Close

As Roma, Cgil e Filcams: coppia di lavoratori licenziata

Tuteleremo coppia di lavoratori licenziata. E’ quanto si legge in una nota della Cgil e della Filcams Cgil di Roma e del Lazio, in merito al caso del licenziamento di due dipendenti della As Roma, risalente a novembre 2023, per un video hard rubato da un giovane giocatore e diffuso tra i compagni.

“I due dipendenti, contestualmente al licenziamento ricevuto, si sono rivolti alla Filcams Cgil di Roma e del Lazio, che ha prontamente fornito loro supporto emotivo e sindacale, impugnando il licenziamento e avviando tutte le pratiche necessarie per la loro tutela. Vista la grave violazione della privacy subita dai lavoratori, conseguenza dello scellerato gesto del calciatore – continua la nota – la Filcams Cgil regionale ha mantenuto sulla vicenda il massimo riserbo, convinta che l’As Roma avrebbe ritirato i licenziamenti del tutto illegittimi e che sarebbe stata fatta giustizia a favore dei due lavoratori. La società ha preferito invece – sottolinea il sindacato – tutelare un ipotetico investimento milionario sul calciatore coinvolto in questa storia piuttosto che prendere le parti dei propri dipendenti, i quali non solo non hanno commesso alcun illecito ma avrebbero avuto tutto il diritto di essere tutelati dall’As Roma, società per la quale sono stati alle dipendenze per anni”. “Quanto avvenuto – aggiungono ancora le organizzazioni sindacali nella nota – non può e non deve accadere in un paese civile e, seppur certi dell’esito legale positivo a favore dei lavoratori nella vertenza in corso, chiediamo alle istituzioni e alla politica di agire, da un lato, nei confronti dell’As Roma, affinché non si attenda l’esito di un processo per fare il necessario passo indietro rispetto a licenziamenti evidentemente ingiusti ed illegittimi e, dall’altro, di attivarsi per cambiare le norme sul lavoro, che le riforme, negli anni, hanno progressivamente indebolito e che vanno invece rafforzate o, come nel caso dei licenziamenti illegittimi, ripristinate per garantire diritti e tutele a chi lavora. Tuteleremo questa lavoratrice e questo lavoratore in tutte le sedi competenti”, conclude la nota della As Roma

Related Posts

Prenota ora!