Close

Lavoro, Cgil incontra Regione Lazio su mobilità deroga: accelerare su pratiche

Si è tenuto oggi l’incontro tra la Cgil e l’assessorato al lavoro della Regione Lazio sulla mobilità in deroga “che avevamo chiesto insieme alla Uil del Lazio”. Lo scrive, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio.

“Nell’incontro – continua la nota – abbiamo chiesto alla Regione di accelerare al massimo sull’espletamento delle pratiche, dando anche la nostra collaborazione con i dati in nostro possesso, al fine di far pervenire quanto prima l’assegno di mobilità ai lavoratori che già dal 1 gennaio non percepiscono nulla. Abbiamo anche richiesto di ragionare su una integrazione dell’assegno così come è stato fatto in altre regioni, visto che è rimasto inalterato dal 2017 e oggi, con l’impressionante aumento dei costi, è inadeguato alle necessità primarie delle persone – spiega la nota del sindacato -. Abbiamo chiesto anche di superare l’incompatibilità tra lavoro e indennità (allineare lo strumento alla mobilità non in deroga che consente di sospendere per lavoro la mobilità e rientrarvi qualora il lavoratore si dovesse ritrovare in condizione di disoccupazione) in modo da incentivare l’occupabilità delle persone”. Infine, “abbiamo chiesto di porre attenzione alla gestione della mobilità e dell’Ape sociale, agendo come lo scorso anno con una determina regionale per recuperare eventuali esclusi (per fine dei finanziamenti o altro).

La Regione ci ha comunicato di aver già inviato la richiesta di assegnazione dei fondi e che è in attesa della risposta da parte del ministero. Sugli altri punti da noi rilevati si è riservata di verificare le compatibilità economiche e normative anche con il ministero e saremo in seguito riconvocati per discuterne nel merito. La Regione ci ha anche informato che sta lavorando a un progetto per la ricollocazione dei lavoratori sopra i 50 anni al fine di agevolarne il reimpiego”, conclude la nota della Cgil

Related Posts

Prenota ora!