Close

Servizi Sociali, Cgil e Fp: pronti a mobilitazione senza adeguamento risorse

Nonostante dopo due anni di trattative le lavoratrici e i lavoratori della cooperazione sociale hanno ottenuto un aumento delle retribuzioni che contrasta l’aumento del costo della vita, ad oggi, la Regione Lazio e il Comune di Roma, non hanno ancora adeguato le tariffe dei servizi appaltati. Mancanza che sta mettendo in difficoltà le oltre 20 mila lavoratrici e lavoratori che garantiscono in città i servizi a minori, persone anziane, disabili, donne vittime di violenza, richiedenti asilo, alunni con disabilità”. Lo si legge in una nota della Cgil e la Fp Cgil di Roma e Lazio. Infatti, “come abbiamo scritto più di una settimana fa al Presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, e al Sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, senza l’aumento delle risorse personale e servizi fondamentali per le persone più fragili del nostro territorio saranno messi a rischio”.

“É un fatto importante – si legge – che le nostre preoccupazioni, come leggiamo sulla stampa, siano comprese dall’Assessora alle politiche sociali e sanità del Comune Funari e dai Presidenti dei Municipi, che chiedono maggiori risorse. La Cgil e la Fp Cgil di Roma e Lazio se non arriverà una convocazione nelle prossime ore da parte del Presidente Rocca e del Sindaco Gualtieri non potranno che far partire la mobilitazione in difesa delle lavoratrici e dei lavoratori e per il potenziamento dei servizi sociali”.

Related Posts

Prenota ora!