Close

Lavoro, Di Cola (Cgil Roma Lazio): su smart working si è persa occasione

Sullo smart working “si è persa un’occasione. Con il ritorno alla normativa del 2017, a Roma e nel Lazio, oltre 300 mila lavoratrici e lavoratori, che lavorano in smart tra i 2 e i 3 giorni a settimana, rischiano di veder ridotte le giornate in smart o di tornare tutti i giorni in presenza. Dovremo rafforzare l’impegno per contrattare collettivamente lo smart working perché la vecchia normativa prevede il ricorso agli accordi individuali tra dipendente e azienda, che non ovunque si riescono a fare”. Lo dichiara, in una nota, Natale Di Cola, segretario della Cgil di Roma e del Lazio.

“Potevamo fare dello smart working, che non è solo lavoro da remoto, uno strumento per cambiare l’organizzazione del lavoro, come dimostrano i tanti accordi firmati, invece siamo davanti all’ennesimo tradimento di quel ‘niente dovrà essere più come prima’ – aggiunge Di Cola -. In questi anni abbiamo visto usare lo smart working da parte di molte imprese a targhe alterne: a contrastarlo non appena calavano i contagi e a imporlo come aumentavano i costi energetici per poterli scaricare sulle lavoratrici e sui lavoratori. Senza mai voler ragionare, per davvero, di modelli organizzativi. Non è un caso se per tante persone lo smart working si sia tradotto in un aumento delle ore lavorate, nella violazione del diritto alla disconnessione e al riposo anziché in un miglioramento della conciliazione vita lavoro. Perché per fare davvero lo smart working serve investire sulle tecnologie e soprattutto abbattere l’approccio tutto ideologico delle imprese sul controllo ossessivo del dipendente come garanzia di produttività. Tornare al passato relativamente allo smart working in una città come Roma significa inoltre produrre 6,8 kg di CO2 al giorno per ogni persona che torna a lavorare in sede e far circolare decine di migliaia di auto private in più, con un impatto negativo sia sull’ambiente, che sulla mobilità di una città alle prese con i cantieri dei Giubileo”, conclude il sindacalista.

Related Posts

Prenota ora!