Close

Ambiente: Di Cola (Cgil), comunità energetiche per nuovo modello di sviluppo

Il ruolo delle comunità energetiche e dei territori nella transizione ecologica e nella tutela del clima e dell’ambiente. Questo il tema affrontato oggi nel corso di un confronto tra istituzioni e mondo dell’associazionismo e della cooperazione, promosso dalla Cgjl di Roma e del Lazio. Nel corso del dibattito è stato presentato anche il progetto della prima comunità energetica in cui è coinvolta una sede territoriale del sindacato. “La Cgil è presente nel territorio del Lazio con oltre 150 sedi fisiche e quindi noi abbiamo scommesso e siamo convinti che le comunità energetiche possano dare un grande contributo per la riduzione dell’impatto ambientale, per contrastare la povertà energetica e per favorire l’inclusione sociale, ma anche per stimolare e favorire l’inclusione lavorativa e costruire un nuovo modello di sviluppo”. Lo ha detto Natale Di Cola della segreteria Cgil di Roma e del Lazio. “Siamo convinti che la Cgil come organizzazione, non solo di uomini e donne ma anche di sedi fisiche può, stando nel territorio, contribuire alla realizzazione delle comunità energetiche”, ha sottolineato Di Cola.

La Cgil ha “l’ambizione di fare in modo che in tutti i territori in cui la Cgil è insediata noi entriamo a far parte e ci facciamo promotori e stimoleremo nuove comunità energetiche”, ha aggiunto Di Cola. Inoltre, “siamo convinti, e questa è una riflessione che stiamo facendo anche a livello nazionale e su cui siamo impegnati a svolgere il nostro ruolo anche nella contrattazione aziendale. Oltre alla contrattazione locale e territoriale con le amministrazioni pubbliche ma anche all’interno dei posti di lavoro”. Per Natale Di Cola della segreteria Cgil di Roma e del Lazio, sicuramente tra i temi strategici che la Cgil sta affrontando e su cui ci stiamo impegnando c’è anche il tema “del nostro impegno per contribuire al miglioramento e alla nostra azione per ridurre l’impatto che c’è dei costi energetici e la nostra lotta contro il carovita. Ma in particolare come noi riusciamo a mitigare gli effetti del clima e svolgere la nostra attività. Per questo noi siamo impegnati, e questa iniziativa vuole discutere, dei temi che vanno dalla povertà energetica e come le comunità possono contribuire alla decarbonizzazione della nostra città, della nostra regione e anche del pianeta. E di come noi riusciamo a essere protagonisti e attori delle transizioni ecologica, energetica ma anche di quella digitale”, ha concluso il sindacalista.

Scarica i materiali dell’iniziativa:

 

Related Posts

Prenota ora!