Close

Morti sul lavoro, Cgil a Regione Lazio e Prefetti: fermiamo la strage

A Campoleone, territorio che si estende tra i Comuni di Lanuvio, in provincia di Roma, e di Aprilia, in provincia di Latina, “ancora un morto sul lavoro. Un lavoratore è morto cadendo dall’alto, a seguito del cedimento di una parte del tetto del capannone su cui stava effettuando degli interventi. È la quarta vittima sul lavoro di questa settimana”.

Così, in una nota, la Cgil di Roma e Lazio, la Cgil di Frosinone e Latina e la Cgil di Roma Sud Pomezia Castelli. “A questi si aggiunge un altro operaio agricolo gravemente ferito, a Cisterna di Latina, dopo che un cortocircuito ha fatto prendere fuoco alla trebbiatrice su cui stava lavorando – prosegue la nota -. Per fermare questa scia di sangue chiediamo alla Regione Lazio di accelerare sulle azioni già condivise durante l’ultimo incontro con le organizzazioni, e a tutti i prefetti chiediamo di attivare subito le task force ispettive per assicurarsi che siano rispettate le norme sulla tutela della salute e della sicurezza sui luoghi di lavoro, a partire dai settori dove si verificano maggior infortuni.

La grande manifestazione di sabato a Latina dimostra quanta attenzione ci sia da parte delle persone e del mondo del lavoro sui temi della salute e della sicurezza. Ci chiediamo cos’altro debba accadere affinché il Governo intervenga concretamente”. 

Related Posts

Prenota ora!