Close

Giubileo: Cgil Roma, estendere buone prassi protocollo da Comune a tutte amministrazioni

Le 28 interdittive antimafia verso aziende che non potranno avere a che fare con la pubblica amministrazione, annunciate questa mattina in conferenza stampa dal prefetto di Roma Lamberto Giannini, “costituiscono da un lato un segnale di forte attenzione che costantemente le istituzioni, insieme alle forze dell’ordine e agli organi ispettivi esercitano, dall’altro rivelano come ormai il nostro territorio sia pervaso da forme di criminalità che inquinano settori importanti dell’economia, tentando di accaparrarsi quanto più denaro pubblico possibile e svilendo la regolarità e la dignità del lavoro”. Cosi, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio.

“Per questo – prosegue la nota – riteniamo fondamentale non abbassare mai il livello di guardia, soprattutto in un momento di importanti investimenti per la realizzazione delle opere del Giubileo e del Pnrr, e collaborare a 360 gradi tra tutte le parti che ritengono il contrasto alle varie forme di illegalità la priorità del nostro agire quotidiano. La Cgil su questo è da sempre impegnata in prima linea”.

“Nella Regione Lazio – continua la nota – molto è stato fatto ma riteniamo che molto si debba ancora fare. Il procollo da noi sottoscritto, insieme alle categorie del settore edile di Cisl e Uil e alle parti datoriali, con il Commissario straordinario dei lavori per il Giubileo, Roberto Gualtieri, è un esempio positivo di come si possa collaborare per stabilire regole comuni sulla regolarità degli appalti, la sicurezza sul lavoro, il rispetto dei contratti nazionali, la salvaguardia occupazionale e reddituale, le limitazioni del subappalto a cascata e soprattutto il contrasto e l’attenzione a possibili infiltrazioni della criminalità organizzata. Questa è la giusta direzione ma ora la necessità è estendere a tutte le amministrazioni pubbliche e a tutti i settori queste buone prassi e norme”.

Related Posts

Prenota ora!