Close

Caldo: Cgil Lazio, servono azioni concrete per tutelare salute e sicurezza lavoratori

Roma , 01 ago 19:50 – (Agenzia Nova) – Aprire un confronto strutturato con la Regione Lazio per affrontare la complessità delle conseguenze degli eventi climatici estremi sempre più frequenti con azioni di concreta prevenzione a tutela della salute e sicurezza dei lavoratori anche nel Lazio. Questa una delle richieste avanzate dalla Cgil di Roma e del Lazio nel corso dell’incontro, che si è concluso poco fa, tra l’assessore al Lavoro del Lazio, Giuseppe Schiboni, e Cgil, Cisl e Uil. Lo afferma in una nota Fabrizio Potetti, della segreteria della Cgil di Roma e del Lazio. “Così come abbiamo fatto insieme alla Fillea Cgil nel Tavolo convocato dal Prefetto il 27 luglio scorso abbiamo chiesto all’assessore Schiboni di condividere con il presidente della Regione, Francesco Rocca, la proposta di Cgil, Cisl e Uil del Lazio di emettere un’ordinanza che, rilevate alte temperature, vieti il lavoro in condizioni di esposizione prolungata al sole per quelle attività lavorative svolte prevalentemente in ambiente esterno o in ambienti fortemente esposti al calore”.

“Oltre all’ordinanza – prosegue Potetti -, indispensabile per scongiurare il rischio per la salute dei lavoratori in presenza di possibili ulteriori picchi di calore durante il prosieguo della stagione estiva, abbiamo convenuto sulla necessità di aprire un confronto strutturato per affrontare la complessità delle conseguenze di questi eventi, sempre più frequenti, con azioni di concreta prevenzione a tutela della salute e sicurezza dei lavoratori anche nel Lazio. Ci aspettiamo che nei prossimi giorni, sulla base delle nostre sollecitazioni, la Regione Lazio adotti provvedimenti concreti per la protezione delle lavoratrici e dei lavoratori”, conclude. (Com)

©️ Agenzia Nova

Related Posts

Prenota ora!