Close

Migranti: Cgil, vicini a presidente Baobab Andrea Costa, solidarietà non è reato

“Esprimiamo solidarietà ad Andrea Costa, presidente di Baobab Experience, accusato di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Gli si contesta il presunto aiuto materiale fornito dall’associazione a 9 migranti – 8 sudanesi e 1 ciadiano – per raggiungere un campo della Croce Rossa Italiana a Ventimiglia a seguito dello sgombero del centro di accoglienza romano di via Cupa nel 2016, anno in cui il Sudan era ancora sconvolto da una lunga e sanguinosa guerra civile”. Così, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio. “Ancora una volta – continua la nota – si assiste all’equiparazione tra persone e realtà sociali solidali con i migranti e chi invece dalla disperazione di tante e tanti ne trae profitto. Ancora una volta è messa sotto accusa la rete di accoglienza che cerca di aiutare materialmente chi fugge da povertà e guerre. Non possiamo non ribadire la nostra perplessità e il nostro dissenso nei confronti di un’azione giudiziaria che vede i migranti, i senza tetto, gli emarginati che vivono le nostre città ridotti a problema di ordine pubblico. Auspichiamo che il 3 maggio l’intero impianto accusatorio sia rigettato e che anzi venga riconosciuta ad Andrea Costa e alle tante e tanti attivisti di Baobab Experience e di altre realtà che operano nella stessa direzione l’opera umanitaria portata avanti negli anni, garantendo accoglienza e solidarietà a chi vede nell’Italia e nell’Europa un rifugio dai conflitti. La solidarietà non è un reato”

Related Posts

Prenota ora!