PREMIO LETTERARIO

GIUSEPPE DI VITTORIO

Promosso da IRESS Lazio – CGIL Roma e Lazio – Fondazione Giuseppe Di Vittorio BANDO

Concorso nazionale per romanzi editi La chiave a stella

Tema: il lavoro, nelle sue diverse forme, al centro della narrazione.

Ambientazione: Italia, ma sono accettati anche luoghi immaginari o non definiti.

Genere: tutti (drammatico, giallo, noir, comico e via dicendo).

Condizioni: saranno accettati i romanzi scritti in italiano, editi fra il 1° gennaio 2021 e il 31 dicembre 2023. Gli autori, le autrici e le case editrici potranno proporre la propria candidatura che verrà esaminata da una commissione, escludendo tutto ciò che esula dal tema del Premio.

Scadenza del bando: 1°maggio 2024

Giuria Popolare: sarà costituita da almeno dieci componenti – lavoratrici, lavoratori, delegate e delegati – che leggeranno i libri, selezionati dalla Giuria tecnica, in autonomia per poi eventualmente riunirsi e discuterne. Alla fine la Giuria Popolare sceglierà il libro vincitore del concorso La chiave a stella. Gli altri partecipanti saranno considerati secondi classificati. Sarà accettato l’ex aequo.

Giuria Scientifica: il compito della Giuria Scientifica (costituita da scrittori e scrittrici, esperti ed esperte, e intellettuali), che costituisce a tutti gli effetti il Comitato Scientifico del Premio, sarà quello di selezionare i libri che saranno sottoposti alla Giuria Popolare; tra queste opere, corrispondenti per qualità e argomento ai criteri del concorso, la Giuria Popolare sceglierà il vincitore. La Giuria Scientifica selezionerà a sua volta un libro, che può essere lo stesso premiato dalla Giuria Popolare o un altro, a cui verrà attribuita, per la sua qualità letteraria, la Menzione Speciale Giuria/Comitato Scientifico.

Premio: verranno acquistate cento copie del libro/i vincitore/i da destinare alle biblioteche delle scuole, dei posti di lavoro, delle carceri. È previsto per il vincitore un premio di 2500 euro. Tutti i libri selezionati saranno adeguatamente promossi. Il libro vincitore godrà di una promozione speciale.

Evento finale: la premiazione è prevista per il settembre del 2024. Nella stessa occasione saranno premiati anche i racconti inediti in presenza degli autori e delle autrici. I premi saranno consegnati dal segretario generale della Cgil Maurizio Landini.

Concorso nazionale per racconti inediti Voci dal lavoro

Tema: il lavoro, nelle sue diverse forme, al centro della narrazione.

Ambientazione: Italia, ma sono accettati anche luoghi immaginari o non definiti. Genere: tutti (drammatico, giallo, noir, comico e via dicendo).

Condizioni: la partecipazione è gratuita. Sono accettati racconti brevi (massimo 12mila caratteri, spazi inclusi), di autori/ici maggiorenni, scritti in italiano e inediti (anche sul web). Ogni autore può partecipare con un solo racconto. Sono accettati racconti firmati da due o più autori/autrici che saranno esaminati preliminarmente da una commissione, escludendo tutto ciò che esula dal tema del Premio o che non ha le caratteristiche di un racconto breve. I componenti della giuria non conoscono i nomi degli autori e delle autrici, votano il racconto. Il giudizio della giuria è insindacabile.

Scadenza del bando: 1°maggio 2024

Giuria Popolare: sarà costituita da almeno dodici componenti. L’assegnazione dei racconti ai singoli componenti sarà casuale e a ogni componente sarà attribuita la stessa quantità di racconti. Le opere in concorso saranno valutate secondo il contenuto, lo stile e l’aderenza al tema, assegnando un voto complessivo, da esprimere anche in decimi o centesimi. Ogni racconto verrà valutato da almeno quattro componenti della giuria. Alla fine saranno scelti dieci racconti.

Premio: l’autore o l’autrice che otterrà la votazione più alta, riceverà un premio di natura artistica. Il primo racconto classificato e i successivi nove saranno pubblicati online e, in un numero limitato di copie, su carta. Gli autori e le autrici cederanno i diritti del proprio racconto fino alla pubblicazione dei dieci racconti selezionati.

Menzione Speciale Giuria Scientifica: la Giuria Scientifica del concorso per romanzi editi selezionerà un racconto tra i dieci individuati a cui verrà attribuita, per la sua qualità letteraria, una menzione speciale.

Evento finale: la premiazione è prevista per il settembre del 2024. Nella stessa occasione saranno premiati anche il/i romanzo/i edito/i in presenza degli autori.

Modalità di spedizione dei materiali e degli elaborati:

–  i romanzi editi dovranno essere recapitati presso la sede della Cgil di Roma e del Lazio, via Buonarroti 12, 00185 Roma. Nell’intestazione si dovrà specificare Premio Letterario Giuseppe Di Vittorio – IRESS Lazio. Dovrà inoltre essere recapitata una copia online in formato PDF all’indirizzo info@iresslazio.it.

–  i racconti inediti dovranno essere spediti online, all’indirizzo info@iresslazio.it unitariamente a una scheda di iscrizione dove saranno riportati il nome e i dati dell’autore/autrice, il titolo dell’opera, la dichiarazione del possesso dei diritti, una brevissima biografia.

Scarica il bando