Close

Lavoro, Cgil e Uil: siglato accordo con Città metropolitana Roma su legalità e sicurezza

La Cgil e la Uil di Roma e Lazio “hanno firmato oggi unitariamente un accordo con la Città Metropolitana di Roma Capitale in materia di legalità e sicurezza sul lavoro, in attuazione del protocollo siglato dalle stessi parti il 23 febbraio 2023. Tale accordo vuole essere una cornice di riferimento e un orientamento di buone prassi, anche dopo il Pnrr, per i futuri appalti di competenza di Roma Città Metropolitana”. Così, in una nota, la Cgil e Uil del Lazio.

“Poiché il Pnrr rappresenta un’occasione di crescita per il Paese e rischia di costituire una forte attrazione per la criminalità organizzata – prosegue la nota – le parti, attraverso l’accordo, hanno voluto dotarsi di un ulteriore strumento atto a rafforzare tutti i mezzi di prevenzione necessari a contrastare le mire imprenditoriali delle mafie presenti nel nostro territorio; l’obiettivo comune è quello di coadiuvare l’amministrazione pubblica nella lotta alla corruzione nel settore degli appalti pubblici, garantendo trasparenza nei processi decisionali”.

“Le parti individuano nell’occupazione stabile e di qualità, nella lotta al precariato, nella salute e sicurezza dei lavoratori dei settori interessati i temi prioritari. L’imponente quantità di denaro pubblico e la celerità con cui le opere devono essere cantierizzate e portate a compimento – prosegue il sindacato – non potranno dunque in nessun modo mettere in secondo piano il contrasto alle infiltrazioni criminali e i controlli volti a garantire la salute e la sicurezza sui luoghi di lavoro per tutto il ciclo degli appalti. Per favorire il contrasto al fenomeno del dumping contrattuale, salariale e contributivo le Parti hanno inoltre concordato che nei capitolati e negli atti contrattuali sia prevista l’applicazione dei Ccnl dei settori economici di riferimento, sottoscritti dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative e sarà inoltre garantito il rispetto della cosiddetta clausola sociale in caso di avvicendamento di operatori economici nell’ambito dell’appalto. Le Parti, infine, hanno convenuto, sulla possibilità di estendere la stesura di accordi sulle medesime tematiche alle organizzazioni territorialmente competenti e alle federazioni di categoria con le specificità del settore interessato”.

Related Posts

Prenota ora!