Close

Roma: Cgil e Legambiente, sostegno a protesta in Campidoglio contro inceneritore

Le ragioni della protesta dei comitati del territorio e dei sindaci che oggi sono in piazza del Campidoglio per dire no al progetto del termovalorizzatore voluto dalla giunta capitolina “le condividiamo. Gualtieri ha sempre ignorato le osservazioni e le proposte che la Cgil Roma e Lazio e Legambiente, hanno avanzato nel tempo sulla gestione del ciclo dei rifiuti in città”. È quanto si legge in una nota di Legambiente e della Cgil di Roma e Lazio.

“La scelta del termovalorizzatore si conferma sbagliata; dal bando di gara emergono infatti chiaramente tutte le nostre perplessità: il costo sarà molto più alto di quello dichiarato, avrà impatti sull’ecosistema e non permetterà la riduzione della produzione dei rifiuti, l’aumento della raccolta differenziata e il recupero della materia – prosegue la nota -. Continueremo a dire la nostra ma oggi siamo ancora più preoccupati del passato, perché Ama e quindi tutti i cittadini saranno obbligati a recuperare 600 tonnellate di rifiuti l’anno indifferenziati per 33 anni e mezzo. Una scelta miope, che non permetterà alla società di fare scelte virtuose e non permetterà quindi di migliorare la qualità del servizio erogato, la qualità del lavoro e di dare impulso alla transizione ecologica”.

Related Posts

Prenota ora!