Close

Sanità: Cgil e Fp Cgil, serve un piano di assunzioni di almeno 10mila unità

Il Presidente della Regione Lazio Francesco Rocca “ha annunciato l’assunzione di 600 operatori sanitari ma nel frattempo tiene bloccati tutti i percorsi di assunzioni e stabilizzazione con la determina del 18 aprile, tra cui quello dell’Inmi Lazzaro Spallanzani dove il personale precario, assunto per far fronte all’emergenza sanitaria e in scadenza al 31 dicembre 2023, non sa quale sarà il proprio futuro”. Così, in una nota, la Cgil e la Fp Cgil di Roma e del Lazio. Numeri alla mano, però, oltre “la metà delle assunzioni annunciate sono in realtà stabilizzazioni di lavoratrici e lavoratori già in servizio, per cui l’incremento del personale è decisamente più contenuto e guardando ai profili professionali risultano solo 49 stabilizzazioni di infermieri, quando a mancarne sono almeno 5mila”.

“Sono ben altri i numeri e gli investimenti – si legge – di cui abbiamo bisogno per il rilancio del servizio sanitario regionale pubblico e per garantire realmente il diritto alle cure – continua la nota -. Da mesi chiediamo che si apra la discussione su un piano assunzionale di almeno 10mila unità, tra tutti i profili sanitari, per migliorare le condizioni di lavoro e rilanciare il servizio pubblico. Numeri e investimenti di cui non c’è traccia né nella legge di bilancio del Governo né nelle scelte della Regione Lazio. Anche per questo motivo domani saremo in piazza del Popolo, dalle 9:30, in occasione dello sciopero generale”. (Com)

Related Posts

Prenota ora!