Close

Lavoro: sindacati, sospendere attività per chi lavora all’aperto a luglio

La Cgil di Roma e del Lazio, la Cisl del Lazio e la Uil del Lazio hanno scritto al presidente della Regione Lazio, Francesco Rocca, e all’assessore al Lavoro, Giuseppe Schiboni “per chiedere la sospensione dell’attività lavorativa nei mesi di luglio e agosto per tutti quei lavoratori che nelle ore più calde sono esposti all’aperto o in locali non climatizzati, come ad esempio le serre”. E’ quanto si legge in una nota dei sindacati.

“Una richiesta che punta sia alla tutela della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro dei singoli lavoratori, soprattutto quelli più a rischio, sia a tutela della salute pubblica riducendo la pressione sul servizio sanitario regionale e le richieste di soccorso attraverso la prevenzione degli infortuni dovuti al calore”, spiegano. “Chiediamo e siamo certi che la Regione Lazio ascolti le ragioni del mondo del lavoro e adotti un provvedimento per centinaia di migliaia di cittadini che lavorano nel Lazio”, concludono.

Related Posts

Prenota ora!