Close

Caldo: Cgil, bracciante agricolo di Viterbo muore dopo malore, Regione Lazio intervenga

Un bracciante agricolo è morto dopo aver accusato un malore mentre lavorava in un campo a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. “L’uomo, un cinquantenne originario della Tunisia, è il quinto lavoratore nel nostro Paese il cui decesso viene collegato al caldo intenso di queste settimane, che ha superato le medie stagionali”. E’ quanto si legge, in una nota, della Cgil di Roma e del Lazio. “In attesa che le indagini facciano chiarezza su alcuni aspetti della tragedia, tra cui la sua effettiva condizione lavorativa, – continua la nota – sollecitiamo nuovamente la Regione Lazio a dare seguito alla richiesta unitaria delle organizzazioni sindacali, inviata due settime fa, di adottare tutte le misure previste per tutelare la salute e la sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori durante i picchi di calore, fino alla sospensione delle attività nelle ore più calde”, conclude il sindacato. (Com) © Agenzia Nova – Riproduzione riservata

Related Posts

Prenota ora!