Migranti. Confronto sul sistema dell’accoglienza con la rete Romaccoglie

0
73
ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Trasparenza, controllo pubblico, microaccoglienza, bandi, esclusioni e partecipazione sono le richieste portate avanti da Rete Romaccoglie Roma durante l’incontro tenutosi a Via della Consolazione, attraverso un confronto con le istituzioni con la partecipazione della Cgil. Tra i presenti, Rita Visini assessore alle politiche sociali della regione Lazio, Stefano Fassina consigliere di sinistra per Roma, Grazia Naletto presidente di Lunaria e Vito Meloni, responsabile nazionale partito di Rifondazione comunista.

Dopo 3 anni dall’inchiesta di Mafia Capitale è cambiato poco il sistema di accoglienza a Roma. Rispetto ad un anno fa sono stati pubblicati nuovi bandi per la gestione dei servizi di accoglienza a Roma ma ancora serve un lavoro molto puntuale sulle criticità nella metropoli”, osserva il presidente di Lunaria.

Parla di accoglienza l’assessore alle politiche sociali:” Il tema delicato, l’emergenza è diventata ordinarietà. Anche se la regione Lazio può fare poco, posso dire che su questo tema ci siamo battuti. La mia prima proposta di legge è stata della richiesta di un garante per i diritti dei rifugiati, ferma ancora in consiglio. La regione in questi anni ha cercato di fare da coordinamento a temi dell’accoglienza. Come regione, conclude Visini, potremmo fare una cosa, occupandoci di seconda accoglienza, tornare ad essere un tavolo di coordinamento regionale, delle situazioni regionali“.

Più pungente il discorso di Stefano Fassina. “Le istituzioni non riescono a rispondere al fenomeno strutturale. L’amministrazione della capitale non ha le competenze interne per governare il problema, per definire dei programmi sistematici. Mafia capitale è stata utilizzata come una sorta di alibi per potersi assolvere dall’intervento su quei tipi di problemi. C’è un problema di risorse scarse che va affrontato e non deve essere il comune ad affrontarlo. Un comune che ha subito i tagli alla spesa sociale, si trova in enormi difficoltà”. La microaccoglienza è l’altro tema affrontato da Fassina. ” L’altro tema è la localizzazione e microaccoglienza. Tutte le aree dei municipi di Roma devono avere delle aree di microaccoglienza, non concentrandosi soltanto sulle periferie“.

18 maggio 2017

(Fonte Omniroma)

RETESOLE TG LAZIO: Romaccoglie si confronta con le istituzioni per un nuovo modello di accoglienza
https://www.youtube.com/watch?v=rbxtcuaugKo

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here