Lavoro: Assegno di ricollocazione in stallo

0
61

 

Lavoro: Assegno di ricollocazione in stallo

Anpal, disoccupati ostaggi della burocrazia

 

E’ stallo sull’assegno di ricollocazione, l’incentivo (con importo variabile dai 250 ai 5.000 euro) per i disoccupati che percepiscono l’indennità Naspi da ‘spendere’ presso gli operatori accreditati (pubblici, o privati), per ottenere un nuovo impiego. Lo rivela all’ANSA, Maurizio Del Conte, presidente dell’Anpal (Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro).

“Si doveva iniziare entro Natale – spiega Del Conte -, ma non sono ancora partite le lettere” per accedere al progetto sperimentale previsto dal Jobs act, ndr), “perché le Regioni hanno chiesto proprio ieri di approfondire ulteriormente” il piano, lamentando, fra l’altro, il mancato “pieno coinvolgimento dei Centri per l’impiego”.

“Faremo questo supplemento di condivisione con le Regioni, ma è chiaro che i tempi non possono essere ulteriormente dilati, perché i disoccupati non possono essere presi in ostaggio per questioni burocratiche”, aggiunge Del Conte, auspicando che l’avvio dell’iniziativa non superi “l’inizio di febbraio”.

La sperimentazione dell’assegno di ricollocazione, aveva annunciato a novembre il Ministero del Lavoro, riguarda una prima tranche di circa 20.000 disoccupati.

 

 

Articolo originale pubblicato su: Lavoro: Assegno di ricollocazione in stallo