Fascimo, Cgil a Tor Bella Monaca con Susanna Camusso

0
37
© Marco Merlini

Nello slargo davanti alla chiesa di via Duilio Cambellotti a Tor Bella Monaca prende il via il presidio contro ogni fascismo. All’iniziativa, promossa dalla Cgil, dall’Anpi, Libera, Arci e Aned di Roma, hanno aderito diverse forze politiche tra le quali Pd, Potere al popolo, Liberi e uguali. E poi la Rete degli studenti e l’Acli di Roma. In piazza anche il presidente del Pd Matteo Orfini, il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso e l’ex partigiana Tina Costa.

“Non possiamo più continuare a parlare delle periferie senza domandarsi che cosa fare concretamente nelle periferie ha detto il leader della Cgil Susanna Camusso intervenendo dal palco. “È necessario ascoltare i disagi delle persone e dare loro risposte. Il ritardo più grande è aver pensato che la televisione e i social potessero sostituire quel lavoro faticoso che era stare tutti i giorni tra le persone a parlarci, a capire i problemi, a provare a risolverli. Il problema non è chi viene nel nostro paese. Il problema sono quei giovani che se ne vanno all’estero”.

“‘Mai più fascismo’ è una battaglia che abbiamo iniziato perché si applichino le leggi dello Stato. Nel nostro Paese è vietato costruire organizzazioni neofasciste e neonaziste. Allora credo che bisogna pretendere e rivendicare che vengano sciolte queste organizzazioni”.

“Dico a tutte le associazioni che hanno firmato mai più fascismi che su questo serve un messaggio di unità: non c’è qualcuno che antifascista e qualcuno che non lo è. Bisogna chiamare a raccolta tutte le forze antifasciste democratiche e che vogliono la libertà in questo paese”.

In piazza c’è anche un banchetto per sottoscrivere l’appello “Mai più fascismi” rivolto alle istituzioni democratiche. Tra i punti: “Chiediamo che le organizzazioni neofasciste e neonaziste siano messe nella condizione di non nuocere sciogliendole per legge come già avvenuto in alcuni casi negli anni 70 e come imposto dalla XII disposizione della Costituzione”.

10 febbraio 2018
(Fonte Omniroma)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here