Emersione del Lavoro 2020: rivolgiti a noi per la presentazione della domanda

L’EMERSIONE del LAVORO ha come obiettivo la regolarizzazione dei lavoratori (prevalentemente migranti) in questi macro-settori: agricoltura,
allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura; assistenza alla persona; lavoro domestico di sostegno al bisogno familiare.

Chi si può regolarizzare ?
Il migrante che era già presente in Italia prima dell’8 marzo 2020 e non è uscito dall’Italia dopo quella data.

La modalità :
1.I datori di lavoro, in possesso dei requisiti reddituali, possono assumere un cittadino straniero presente sul territorio nazionale alla data dell’8
marzo e dichiarare la sussistenza di un rapporto di lavoro irregolare, in corso di svolgimento. La richiesta va inviata solo in via telematica allo
sportello unico per l’immigrazione.

2.Il cittadino straniero, con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre 2019, che può presentare domanda per un permesso temporaneo per la
ricerca di lavoro della durata di sei mesi, convertibile in permesso di lavoro in caso di assunzione, dimostrando di aver svolto attività nei settori
interessati dalla norma (agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura e attività connesse e l’assistenza alla persona e lavoro
domestico). La richiesta del permesso temporaneo di 6 mesi, va inviata alla Questura, si trasmette utilizzando il kit presso le poste italiane.

Tempi
Entrambi le domande devono essere presentate dal 1° giugno al 15 luglio 2020
Precedenti penali: Saranno esclusi dalla regolarizzazione i datori di lavoro – ed anche i lavoratori stessi – già condannati, anche in via non
definitiva, per reati connessi all’immigrazione clandestina, al caporalato e ad altre forme di sfruttamento del lavoro e della persona umana.

Dove chiedere informazioni
Presso le nostre sedi puoi chiedere delle informazioni ed avere assistenza tecnica per la presentazione on line della domanda di emersione o per la
preparazione della documentazione ai fini del rilascio del permesso di soggiorno temporaneo.