Edilizia, lavoratori protestano in piazza Ss. Apostoli per rinnovo contratto

0
53

Lavoro, contratto, salute, pensioni. Questi i temi al centro della manifestazione in Piazza SS. Apostoli, in occasione dello sciopero nazionale dell’intero comparto dell’edilizia proclamato dalle segreterie Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil.

I lavoratori protestano per chiedere che il loro Contratto Nazionale, ormai scaduto da un anno, sia rinnovato. “Contratto, Lavoro, Salute, Pensione. Sciopero Nazionale. Edilizia. #Contratto subito #Sveglia”. È lo striscione esposto sul palco allestito per l’occasione. “Contratto, Contratto”, è l’urlo che si alza dalla folla presente. Tra bandiere, slogan, palloncini e striscioni delle diverse sigle sindacali che colorano la Piazza, ad animare la manifestazione anche la musica e gli interventi dal palco di diversi esponenti sindacali.

“L’incontro con l’Associazione nazionale costruttori avvenuto il 12 dicembre scorso non ha dato i risultati sperati. Confermiamo il giudizio negativo sugli atteggiamenti delle nostre controparti, non essendo emersa una volontà esplicita a chiudere in tempi brevi il Ccnl. L’Ance continua a non raccogliere la sfida principale che abbiamo lanciato: mettere il rinnovo del contratto, la strumentazione bilaterale, la valorizzazione delle professionalità al servizio di una ripresa di qualità del nostro settore, basata su regolarità, innovazione e giusti riconoscimenti salariali”.

18 giugno 2017