Cgil e Flai Cgil: grave vietare manifestazione RomAgricola a Castel di Guido

“Riteniamo inconcepibile e grave il divieto della Questura alla manifestazione indetta da RomAgricola per i giorni 17 e ‪18 luglio‬ a Castel di Guido. Ed è altrettanto grave e inaccettabile che tale divieto sia stato sollecitato dal Campidoglio e dagli esponenti del M5S”. Lo dicono Roberto Iovino, segretario della Cgil di Roma e del Lazio e Giuseppe Cappucci, segretario generale della Flai Cgil di Roma e del Lazio.

“Esprimiamo la piena solidarietà a RomAgricola e a tutte le associazioni e le cooperative che hanno fatto del lavoro agricolo una ragione di vita e con loro auspichiamo una rapida definizione della vicenda legata a Castel di Guido”.

“Nella città di Roma, comune agricolo più grande d’Europa, ci sono migliaia di ettari agricoli abbandonati e incolti che possono dare vita a centinaia di posti di lavoro e un nuovo modello di sviluppo volto alla riconversione ecologica della nostra economia e della nostra Capitale. Anche per questo riteniamo urgente aprire un confronto pubblico con il Comune di Roma e la sindaca Raggi, che non può essere vietato per oscuri motivi.”

16 luglio 2020