Trasporti: Cgil-Filt Cgil, scongiurato pericolo di sovraffollamento dei treni verso sud Lazio

I pendolari del litorale del sud del Lazio, linee Fl7 e Fl8, “tirano un primo sospiro di sollievo: Fs ripristina alcuni treni del pomeriggio ed elimina il vuoto tra le ore 14 e le ore 20“. Lo dicono la Cgil di Roma e del Lazio e la Filt Cgil di Roma e del Lazio.
“Nei giorni scorsi abbiamo ricevuto molte segnalazioni di pendolari preoccupati per il rischio di sovraffollamento dei treni a causa della riduzione delle corse decisa da Fs. Il rischio era di avere treni pieni di pendolari anche in presenza di disposizioni governative che limitano di molto il trasferimento delle persone: se nella fascia oraria pomeridiana, dalle 14 circa alle 20, ci sono solo due o tre treni invece dei soliti dieci, il sovraffollamento è garantito e le norme di contenimento della diffusione del virus sono vanificate”.
“Abbiamo attivato l’interlocuzione con Fs e abbiamo richiesto di tornare a frequenze maggiori, in linea con la necessità di mantenere distanze tra i passeggeri sufficienti per evitare il contagio. Ora saranno assicurati sette treni nella fascia oraria di rientro dal lavoro”.
“Continueremo a monitorare la situazione e a tenere i contatti con i pendolari, come abbiamo fatto negli ultimi anni per garantire anche nell’emergenza i diritti loro e dei lavoratori del settore. A questi ultimi vanno i nostri profondi ringraziamenti per lo spirito di servizio che stanno dimostrando”.
18 marzo 2020