Multiservizi, Di Cola: 270 lavoratori disperati, silenzio Raggi

@Dire

Una ventina di lavoratori delle societa’ Roma Multiservizi, Sea e Isam sono stati identificati e multati dalla Polizia sotto il Campidoglio, dove si erano recati per una protesta spontanea in seguito alla decisione di ieri della Roma Multiservizi di non concedere ammortizzatori sociali. Un’altra parte di lavoratori, circa 70, si sono riuniti invece in una assemblea – a cui hanno preso parte anche due rappresentanti sindacali della Cgil – presso una autorimessa in via Affile. In un post su Facebook il segretario della Cgil di Roma e Lazio, Natale Di Cola racconta così l’accaduto: “Tra i 270 lavoratori dell’appalto Ama per la raccolta delle Utenze non domestiche e’ esplosa una comprensibile disperazione, dopo che ieri Roma Multiservizi e le altre societa’ dell’Ati che abbandona l’appalto, hanno comunicato che non attiveranno nemmeno gli ammortizzatori sociali. Licenziano usando i lavoratori come ostaggi. Un’assemblea spontanea si e’ tenuta nell’autorimessa di via Affile e due nostri sindacalisti si sono recati sul posto per spiegare ai lavoratori cosa sta succedendo, mentre una ventina di loro si sono recati in Campidoglio per protestare e in questo momento vengono identificati dalla Questura. Era prevedibile. Il silenzio della sindaca Virginia Raggi rimbomba per la Capitale. Continueremo a fare di tutto per non lasciare da soli questi lavoratori, abbandonati da chi li ha illusi e usati”.

(Fonte stampa agenzia DIRE) Roma, 7 mag.