Multiservizi, Azzola (Cgil): “Ignavia Campidoglio è sconcertante”

Foto Daniele Leone / LaPresse

“L’ignavia con cui il Comune di Roma sta gestendo la vicenda dei licenziamenti di 15 lavoratori di Multiservizi è veramente sconcertante”. Così, in una nota, il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Michele Azzola.

“Tutti gli impegni assunti dall’amministrazione Raggi vengono in questo modo disattesi. Si consente, di fatto, che i lavoratori licenziati vengano ‘accompagnati’ presso l’università di Cassino per sottoscrivere una dichiarazione dai contenuti palesemente vessatori. Evidentemente, Manutencoop, Ama e Comune non hanno ritenuto di usare le sedi protette delle direzioni territoriali del lavoro per formalizzare una proposta inaccettabile”.

“Il sindacato si attiverà sin dalle prossime ore per denunciare l’antisindacalità del comportamento di Multiservizi, valutando anche di presentare un esposto alla Corte di Conti per danno erariale da parte dell’amministrazione comunale. Trasparenza e legalità sono stati gli slogan che hanno portato il Movimento 5 Stelle a vincere prima le elezioni amministrative o poi quelle politiche. Trasparenza e legalità sono condizioni che il sindacato pretende e che invece invece vengono sistematicamente eluse, a fronte di appalti che valgono decine di milioni di euro”.

27 marzo 2018