Legge 194, Cgil: rimuovere manifesto che attacca la libertà di scelta delle donne

“Il manifesto comparso oggi in diversi municipi romani rappresenta l’ennesimo attacco alla libertà di scelta delle donne”. Lo dice Tina Balì, segretaria della Cgil di Roma e del Lazio.

“Difendere il diritto all’aborto e garantire la corretta applicazione della legge 194, che tra pochi giorni compirà quarant’anni, deve rimanere una priorità per la nostra regione e per il paese intero affinché nessuna donna debba più ricorrere a metodi alternativi, spesso privi di igiene e tutele sanitarie. Chiediamo un tempestivo intervento perché il manifesto venga rimosso al più presto“.

14 maggio 2018