Lazio Ambiente, Cgil, Cisl e Uil: “bene accordo”

0
60

“Più risorse, garanzie occupazionali e di sviluppo, salvaguardia della salute. Un accordo di avanzamento e non di sola difesa quello firmato oggi con la Regione Lazio sul futuro di Lazio Ambiente, raggiunto dopo mesi di mobilitazione dei lavoratori e un difficile confronto, che ha coinvolto in maniera attiva anche gli enti locali, oltre venti comuni del territorio regionale”. Lo affermano il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Michele Azzola, il segretario generale della Cisl del Lazio Andrea Cuccello e il segretario generale della Uil di Roma e del Lazio Alberto Civica.

“Si rilancia il confronto sul Piano regionale dei rifiuti per un progetto industriale pubblico sul multimateriale e sulla chiusura impiantistica del ciclo dei rifiuti. Si torna a parlare di messa in sicurezza degli impianti, quindi di qualità dei servizi e del lavoro, oltre a mettere nero su bianco la garanzia di salvaguardia occupazionale e del reddito, la riqualificazione e la ricollocazione del personale. Si mettono a valore le risorse stanziate da MISE, POR-UE 2014-2020 e bilancio regionale a sostegno del modello di gestione dell’igiene ambientale con una raccolta differenziata spinta. Viene inoltre previsto un intervento di monitoraggio e tutela della salute pubblica con il potenziamento del presidio sanitario di prevenzione e diagnosi precoce nella Valle del Sacco”.
Un accordo importante perché riconosce il ruolo del territorio nel quadro del bilancio ecosistemico del Lazio. Adesso partirà il confronto sul piano industriale, sugli equilibri occupazionali e il fabbisogno di riqualificazione con i comuni che hanno promosso il Consorzio e vi hanno aderito. Partiremo subito con le assemblee per portare il risultato tra i lavoratori, un risultato costruito grazie a loro anche nel merito, e chiarire nel dettaglio i contenuti dell’intesa”.
5 giugno 2017