Lavoro, Nidil-UilTemp Lazio: 10 lavoratori in somministrazione scaricati da Teleperformance Italia. Proclamato stato agitazione

“A dieci lavoratori in somministrazione in staff leasing, utilizzati da Teleperformance Italia – In&Out Spa, a Fiumicino, è stato comunicato che da domani non si potranno più recare a lavoro. Si tratta di dipendenti delle agenzie Adecco, Manpower e Randstad che lavoravano nel call center per le commesse di Aci e Istat, alcuni con un’anzianità di più di dieci anni. Per questo motivo abbiamo proclamato lo stato di agitazione”. Lo dicono il Nidil Cgil Roma e Lazio e la UilTemp Lazio.
“Siamo veramente increduli per le modalità con cui si è scelto di lasciare per strada questi lavoratori da un giorno all’altro, in un momento del tutto particolare, senza cercare soluzioni alternative nel breve-medio periodo”.
Chiediamo un incontro urgente alle ApL per trovare soluzioni capaci di garantire la continuità occupazionale a tutti i lavoratori coinvolti, mettendo in campo tutti gli istituti utili a scongiurare la situazione grave che si sta determinando. Bisogna attivare gli ammortizzatori sociali, se necessario anche dell’utilizzatore, per permettere la tenuta occupazionale complessiva e i conseguenti strumenti del comparto della somministrazione”.
“Richiamiamo l’azienda utilizzatrice e le Apl alla responsabilità nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori somministrati che, insieme ai dipendenti diretti, nonostante il periodo di estrema incertezza, continuano ad assicurare il servizio. Non è accettabile scaricare sui somministrati i cali di volume. Se non arriveranno risposte immediate dalle parti datoriali proseguiremo la mobilitazione con ulteriori forme di protesta, anche per evitare che questo facile ricorso alla fine missione diventi prassi nella drammatica stagione che abbiamo davanti“.
26 febbraio 2021