Coronavirus, Filt Cgil: tutele per lavoratori trasporto aereo

“I lavoratori e le societa’ operanti nel settore aeroportuale, negli scali di Fiumicino e Ciampino, stanno vivendo momenti di drammatico collasso gestionale e operativo in attesa che il governo vari le misure di sostegno al reddito e all’occupazione, necessarie al contenimento del crollo industriale ed economico dovuto all’emergenza sanitaria. Invece di essere in una fase di analisi e applicazione delle misure varate dal governo, a oggi ci troviamo ancora in attesa che le parole diventino fatti e che le innumerevoli dichiarazioni e affidamenti politici si trasformino in azioni concrete, credibili e congrue”. Lo dice la Filt Cgil Roma e Lazio.

“Assistiamo a un continuo scorrere del tempo, incomprensibilmente statico, senza che nulla accada realmente. Seppure fortemente ancorati a un senso di forte concretezza e realta’, auspichiamo che questa dilatazione temporale, drammatica per tutto il settore, dipenda dalla volonta’ di ponderare scrupolosamente le migliori azioni da intraprendere e di scegliere i piu’ adeguati strumenti. Pertanto non vorremo trovarci, nelle prossime ore, nella condizione di dover fare i conti con un disvelamento di misure insufficienti e non rispondenti alle reali necessità”.

“Non vorremmo doverci trovare nella condizione di dover fare i conti con un’azione del governo che si concretizzi unicamente attraverso un piano economico insufficiente e per di piu’, avulsa da un’analisi di sistema che non preveda un piano programmatorio e di riassetto di tutto il settore del trasporto aereo. Le lavoratrici, i lavoratori e le imprese non possono piu’ aspettare. Lo stravolgimento sociale e il dramma che il nostro paese sta attraversando, ci dicono che non e’ piu’ il tempo di aspettare”.

16 marzo 2020