CORONAVIRUS. AZZOLA AD AGENZIA DIRE: REGIONE CREI ‘IRI’, RAGGI SCENDA DA CAMPIDOGLIO

“Dalla Regione ci aspettiamo un cambio di paradigma: dobbiamo passare dagli strumenti classici usati per incentivare le imprese al finanziamento di filiere lunghe che siano in grado di creare e sviluppare industrie ad alto valore aggiunto, oltre che a creare un ‘Iri regionale’ per la gestione dei trasporti, della sanita’ e dei rifiuti. Abbiamo bisogno di campioni e aziende grandi che possano fare investimenti”. Cosi’ il segretario generale della Cgil Roma e Lazio, Michele Azzola, nel corso di una videointervista con l’agenzia Dire.

“Ci accontenteremmo che il Comune battesse un colpo- ha aggiunto Azzola- fino ad oggi e’ sparito: non dialoga e non collabora. Siamo arrivati all’assurdo che i 7 milioni stanziati dalla Regione il Comune non riesce a spenderli perche’ non si sono coordinati. La Raggi si e’ ritirata da sola e ci aspettiamo che scenda dal Campidoglio per collaborare con tutte le Istituzioni al fine di far ripartire la citta’, che ora e’ paralizzata. Il problema e’ sempre lo stesso: la sua idea che non si debba parlare con i corpi intermedi. Ma questo ha portato all’immobilismo totale”.

Dal Governo “ci aspettiamo un secondo decreto che immetta risorse- ha concluso- Questa situazione e’ straordinaria e non possiamo immaginare di gestirla come in passato. Servono tanti soldi da mettere in tasca alle imprese, agli imprenditori, agli autonomi e ai lavoratori per non far ridurre il consumo interno che sarebbe la crisi economica piu’ grave che potrebbe capitare”.

2 aprile 2020