Comune di Roma. Cgil di Roma e del Lazio discriminatoria la delibera sui buoni spesa fondamentale allargare la platea

Closeup detail of a woman shopping in a supermarket

“Riteniamo discriminatoria la delibera sulla gestione dei buoni spesa. Tale delibera esclude tutti i migranti irregolari, in attesa del rinnovo dei permessi di soggiorno, attualmente bloccati, e i richiedenti asilo”. Così, in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio. “Considerando che si tratta di uno strumento istituito proprio in occasione dell’emergenza sanitaria per garantire un bisogno primario delle persone più vulnerabili, nel rispetto di un diritto fondamentale come quello dell’alimentazione, – continua la nota – riteniamo che le procedure del Comune di Roma debbano essere immediatamente cambiate. Tenendo conto della decisione del giudice che ha accolto un ricorso di un immigrato filippino, assistito dall’Asgi, e’ fondamentale allargare la platea a tutte le persone che si trovano nelle medesime condizioni di difficoltà e fragilità, italiani o migranti, sebbene privi di residenza anagrafica”.