Cgil e Filt: ottima riuscita sciopero nazionale dei trasporti

@Dire

“Esprimiamo soddisfazione per la risposta positiva che i lavoratori e le lavoratrici hanno dato allo sciopero dei trasporti indetto dalle categorie nazionali. Nonostante le misure restrittive imposte dalla legge sulla regolamentazione degli scioperi nei servizi pubblici, si registra un’ottima adesione in tutti gli ambiti del settore, con picchi anche del 90% come nel caso del porto di Civitavecchia. Questo testimonia che i temi della vertenza sono molto sentiti e rappresentano dei punti nodali critici del sistema trasporto e del relativo mondo del lavoro”. Lo dicono Michele Azzola, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio ed Eugenio Stanziale, segretario generale della Filt Cgil di Roma e del Lazio.

 

“L’Italia è un paese che da decenni non investe più nelle infrastrutture e nello sviluppo della mobilità illudendosi, probabilmente, di poter sopravvivere basandosi sull’esistente. I recenti segni di collasso, più volte denunciati dalle organizzazioni sindacali, hanno costretto a guardare in faccia la realtà. Le istituzioni hanno l’obbligo di prendere atto dell’attuale condizione e di agire senza indugi per un cambio di rotta che tuteli la sicurezza di lavoratori e utenti e modifichi radicalmente il sistema di mobilità”.

“Per quanto riguarda la nostra regione e il Comune di Roma, occorre agire tempestivamente sia in termini di programmazione, connettendo i poli della logistica agli scali portuali e aeroportuali e mettendo a sistema le diverse modalità del trasporto persone e merci e i diversi vettori, sia investendo in un modello di mobilità sostenibile, integrata e costruita sui bisogni reali dei cittadini, dei lavoratori, degli studenti e dei turisti”

24 luglio 2019