Aborto, Cgil: comune di Roma rimuova il cartellone Pro Vita

“Come ogni anno l’associazione Pro Vita Onlus, all’avvicinarsi della manifestazione dei movimenti pro life, affigge un enorme feto sul muro di un palazzo in via Tiburtina, questa volta strumentalizzando persino la battaglia per il clima di Greta Thunberg e di tantissimi altri giovani”. Lo dice la Cgil di Roma e del Lazio.

“Questi continui tentativi di divulgare un’idea di società in cui l’unico ruolo della donna dovrebbe essere quello procreativo sono ignobili e irritanti. Si dimentica e si fa finta di non vedere quanto i vari attacchi all’autodeterminazione delle donne, delle persone omosessuali e transessuali, delle famiglie omogenitoriali e dei loro figli, fanno crescere sempre più negli uomini e le donne di questo paese (la manifestazione di Verona insegna) la consapevolezza di non dover arretrare di un passo nei diritti conquistati e anzi di dover andare avanti nella conquista di quelli ancora assenti”.

“Siamo e continueremo a lottare per la difesa dei diritti e della piena applicazione della legge 194. Il comune faccia prevalere un principio di civiltà. Rimuova questa pubblicità”.

14 maggio 2019