Tpl Lazio: nuove disposizioni Asfn, sindacati “disagi a lavoratori e cittadini, serve incontro tra parti”

“Riduzione della velocità a 50 km orari per la tratta extraurbana Roma Viterbo e a 30 km orari per le linea Roma Giardinetti. Sono alcune delle restrizioni della Direzione esercizio Atac in vigore da oggi, emanate in applicazione del Decreto 1/2019 dell’Asfn, Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie, che subentra all’Ustif – a Roma come nel resto d’Italia – nel monitoraggio della sicurezza anche delle linee isolate. Le segreterie regionali di Filt Cgil – Fit Cisl – Uiltrasporti – Ugl Fna, in una nota, segnalano che, “l’adozione immediata e senza deroga alcuna, di quanto disposto dall’Ansf, per mezzo degli ordini di servizio 135 e 136 del 2019, rischia di determinare notevoli disagi a lavoratori e cittadini a causa di un’interpretazione operativa restrittiva”.

“Non comprendiamo perché l’azienda, seppure già da diverso tempo a conoscenza della disposizione Ansf, abbia deciso di darne attuazione con tempi e modalità chiaramente in contrasto con la garanzia del servizio e della sicurezza dell’esercizio. Siamo convinti che, con una gestione preventiva concertativa, anche a livello locale, molte delle problematiche emerse, si potrebbero evitare; con uno sforzo da parte di tutti pensiamo si possa garantire la prosecuzione dell’esercizio”.

“Pertanto richiediamo un immediato incontro a tutti gli organi aziendali e istituzionali competenti, per addivenire quanto meno a soluzioni temporanee, in attesa che gli organi e gli impianti coinvolti dalle necessarie revisioni ed interventi infrastrutturali possano adeguarsi agli standard richiesti da Ansf, volte ad evitare che la riduzione del servizio diventi l’unica soluzione praticabile”.

1 luglio 2019