Roma Multiservizi, Azzola: da azienda inqualificabile ricatto

“Il ricatto posto in essere da Roma Multiservizi nei confronti di trenta lavoratori è inqualificabile tanto più che la maggioranza dell’azienda è in mano pubblica. Non siamo in presenza di una riorganizzazione ma di uno scontro politico tra socio privato di minoranza e amministrazione comunale, in cui i veri interessi sono rappresentati dal futuro degli appalti per la gestione dei servizi oggi presidiati da Roma Multiservizi”. Così, in una nota, il segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio Michele Azzola.

“Giocare con i lavoratori e i loro diritti, mettere alla porta trenta persone che da anni operano in azienda con i metodi adottati da Multiservizi è per la Cgil del tutto inaccettabile. Reagiremo con durezza davanti a un ricatto che riporta le lancette dell’orologio agli inizi del Novecento”.
19 marzo 2018