Rai Pubblicità, Slc Cgil: adesione a sciopero quasi totale

“Dai primi dati in nostro possesso sembrerebbe che lo sciopero a Rai Pubblicità sia perfettamente riuscito anche a Roma, con un’adesione pressoché totale dei lavoratori e delle lavoratrici, in linea con i dati che arrivano dalle altre sedi”. Lo dicono Dino Oggiano e Alessio Pasqualitti, segretari della Slc Cgil di Roma e del Lazio.

“Lo sciopero è stato indetto per protestare contro la mancata erogazione del premio di risultato 2016 e il rinnovo dello stesso per gli anni 2017 e 2018, che si aggiungono al mancato rinnovo del contratto di lavoro scaduto da 43 mesi e alle persistenti incertezze riguardanti il futuro occupazionale alla luce delle recenti riorganizzazioni”.

“In considerazione del valore di Rai Pubblicità, vera e propria cassaforte della Rai in quanto concessionaria pubblicitaria del servizio pubblico, auspichiamo che l’azienda receda da posizioni di inutile, quanto sterile rigidità, che impediscono di arrivare a un accordo sostenibile per i lavoratori e in grado di favorire i recuperi di produttività auspicati dall’azienda”.

24 luglio 2017