Cgil Roma sud: stop sgombero Lucha y Siesta. Istituzioni intervengano

0
5

“Esprimiamo sconcerto e preoccupazione per la brusca accelerazione della procedura di sgombero della Casa delle Donne Lucha y Siesta, centro antiviolenza che, essendo anche casa rifugio, offre ospitalita’ alle donne vittima di violenza (attualmente sono in essa ospitati 15 donne e 7 bambini). Ma non svolge solo questa, fondamentale, funzione. Lucha Y Siesta, in oltre 10 anni di attivita’, sottraendo al degrado un immobile abbandonato, e’ diventata un luogo aperto al territorio, che promuove cultura e aggregazione, un punto di riferimento importante per una periferia ad altissima densita’ abitativa quale Cinecitta'”. Cosi’, in una nota, Claudia Bella, segretaria della Cgil di Roma Sud Pomezia Castelli.

“Siamo convinti che questa esperienza e il valore sociale da essa prodotto non possa essere cancellata. Chiediamo quindi venga sospeso ogni atto traumatico, quale il distacco delle utenze o altro, in attesa di una soluzione che consenta la prosecuzione dell’attivita’ e della funzione di Lucha y Siesta e in tal senso sollecitiamo l’impegno immediato di tutte le istituzioni”.

30 agosto 2019