Cgil Lazio, bene approvazione mozione per assunzioni disabili attraverso tirocini

0
22

“La Cgil di Roma e del Lazio in una nota commenta l’approvazione della mozione dei consiglieri capitolini dem per l’assunzione di personale con disabilità: “Ieri sera l’assemblea di Roma Capitale ha votato all’unanimità una mozione presentata nelle scorse settimane a firma dei consiglieri di opposizione, Pelonzi, Zannola e Tempesta, sull’applicazione di una convenzione sottoscritta nell’agosto 2017 tra Roma Capitale e il Centro per l’impiego, rispondendo all’obbligo assunzionale previsto dalla legge 68/99 che impone ai datori di lavoro pubblici e privati di coprire la quota del 7 per cento della platea dei dipendenti con lavoratori disabili”.

“La convenzione – continua la nota – non era stata applicata nella parte che prevede l’assunzione attraverso tirocini formativi, uno strumento previsto proprio per il collocamento mirato delle persone particolarmente svantaggiate, che in altro modo non potrebbero accedere al mondo del lavoro. Abbiamo seguito tutte le fasi di questa vertenza e ieri, finalmente, è stata approvata e sostenuta, da tutte le forze politiche dell’assemblea capitolina, la mozione per avviare i bandi di selezione per i tirocini per le assunzioni”.

“La sindaca e l’intera giunta si sono impegnate ad avviare la procedura concorsuale per il collocamento mirato. Le famiglie, le associazioni, i formatori del centro formazione professionale di Capodarco e i ragazzi che frequentano i corsi e sono inseriti in tirocinio anche nei servizi del Comune, hanno voluto seguire insieme a noi i lavori e interloquire con i capigruppo per motivare la necessità di dare seguito alla convenzione”.

“E’ stato un lavoro collettivo che ha portato a questo risultato – continua Cgil Roma e Lazio -. E’ fondamentale attivare un serio processo assunzionale che ridia vita e qualità ai servizi per i cittadini romani. Sono anni che il blocco del turn over depaupera e assottiglia le risorse umane, necessarie a far muovere la macchina capitolina, e i prossimi pensionamenti anche per l’adesione alla quota 100 peggioreranno la situazione”.
“E’ urgente, anzi imprescindibile, assumere e nel generale processo di perseguire i piani dei fabbisogni assunzionali le persone con disabilità, anche grave, hanno diritto all’occupazione, all’inclusione e a non essere dimenticate. Continueremo a vigilare e a lavorare per vedere riconosciuto il diritto al lavoro anche a loro”, conclude la nota.
15 marzo 2019

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here