Roma Metropolitane, Cgil: situazione a rischio paralisi

(Foto Omniroma)

“I consiglieri di maggioranza e la giunta di Roma Capitale, invece di continuare a comunicare attraverso i social, inizino a prendere atto che stanno governando da quasi un anno senza ancora riuscire ad avanzare proposte sensate per risolvere i tanti problemi che affliggono Roma”. Lo affermano Michele Azzola, segretario generale della Cgil di Roma e del Lazio ed Eugenio Stanziale, segretario generale della Filt Cgil di Roma e del Lazio.

“Il modo improvvisato e contraddittorio con cui stanno gestendo, ad esempio, la vicenda di Roma Metropolitane non fa che aumentare la rabbia tra i lavoratori, giustamente preoccupati del proprio futuro e a cui non sono certo attribuibili, come qualcuno va dicendo, responsabilità di sorta. Se non si interviene tempestivamente con un progetto, questo stato di cose porterà alla paralisi totale dell’azienda, impedirà l’ultimazione dei lavori della metro C nonché la progettazione e lo sviluppo di una mobilità sostenibile e capace di far uscire questa città da un declino strutturale inesorabile”.

“Abbiamo da tempo avanzato proposte concrete per rilanciare Roma Metropolitane insieme a tutte le altre aziende partecipate che vivono momenti di grande incertezza. Proposte rimaste regolarmente inascoltate anche con le giunte precedenti. Ma quel che ci preoccupa di più, oggi, è l’inadeguatezza di chi governa e la sua incapacità di prendere qualsiasi decisione a tutela del lavoro e dei cittadini”.

24 febbraio 2017