Lavoro: Cgil, adesione totale lavoratori ItaliaOnline a sciopero

“Oggi, in occasione dello sciopero indetto da Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil contro la decisione di ItaliaOnline di chiudere le sedi di Roma e Napoli e di trasferire il personale verso le sedi di Torino e Assago, l’astensione dal lavoro nella sede romana è stata totale”. Così in una nota la Cgil regionale.

“Con questo progetto di riorganizzazione – continua la nota – siamo di fronte a quelli che appaiono dei veri e propri licenziamenti mascherati, sia per l’assenza di alternative date ai sindacati, sia per l’incapacità dell’azienda di argomentare le scelte che sconvolgeranno ancora una volta la vita delle lavoratrici, dei lavoratori e delle loro famiglie. È, infatti, singolare come ItaliaOnline, la prima internet company del Paese, che si occupa della digitalizzazione delle piccole e medie imprese, non sembri minimamente interessata ad adottare per il proprio modello aziendale processi di digitalizzazione e remotizzazione che rendano possibile un’organizzazione del lavoro che non penalizzi i dipendenti. Nell”esprimere tutto il nostro sostegno alle lavoratrici e ai lavoratori di ItaliaOnline chiediamo al Comune di Roma e alla Regione Lazio di impegnarsi per scongiurare la chiusura della sede romana e tutelare i posti di lavoro”.