Auto: Cgil e Fiom, prima riunione con Regione Lazio, confermata volontà sostegno a settore

Oggi si è svolta la prima riunione operativa del tavolo regionale dell’automotive. “La Regione Lazio ha confermato la volontà di sostenere il settore sia con investimenti diretti sia con il ricorso agli investimenti collegati ai contratti di sviluppo del Mise, ai fondi del Pnrr ed europei”, spiegano in una nota, la Cgil di Roma e del Lazio, la Fiom Cgil di Roma e del Lazio, la Cgil di Frosinone e Latina e la Fiom Cgil di Frosinone e Latina.

“Gli interventi – continua la nota dei sindacati – hanno sottolineato la necessità strategica per la filiera regionale di rafforzare i rapporti di fornitura con Stellantis e di diversificare produzioni e rapporti con le altre case costruttrici e i fornitori di primo livello delle case automobilistiche. Abbiamo ribadito la necessità di tutelare l’occupazione attraverso due direttrici principali: concepire ammortizzatori sociali ad hoc per affrontare le crisi e le transizioni occupazionali nelle fasi di ristrutturazione aziendale e organizzare processi formativi per le aziende in fase di riposizionamento produttivo.

Abbiamo inoltre sottolineato la necessità di attivare due tavoli regionali su investimenti e riposizionamento competitivo sia sui settori tradizionali della filiera automotive sia sui nuovi segmenti produttivi collegati alle nuove filiere emergenti dall’elettrificazione alla sostenibilità e digitalizzazione dell’auto. La Regione Lazio – conclude la nota – si è dichiarata disponibile a lavorare su questa impostazione sostenendo la necessità di trasformare il tavolo locale in tavolo regionale anche con contributi specialistici esterni alla composizione attuale del tavolo. Si è inoltre resa disponibile alla sottoscrizione di un Patto regionale per l’automotive in cui formalizzare l’impegno del territorio a sostegno del settore e delle filiere collegate”.