Trasporto disabili, Cgil Roma: raggiunto accordo su Tundo

E’ stato raggiunto oggi un accordo per l’avvio del nuovo contratto con la Rti Arriva Italia Meditral, la società che a seguito della nuova aggiudicazione dell’appalto è finalmente subentrata a Tundo Vincenzo Spa per il servizio di trasporto riservato scolastico e il servizio di trasporto scolastico per ragazzi con disabilità”. Lo dice la Cgil di Roma e del Lazio.

Il nostro obiettivo è sempre stato quello di mantenere i livelli occupazionali e garantire le stesse condizioni economiche e di tutela contrattuale attraverso la clausola sociale a fronte di un riassorbimento, ossia di applicare il Ccnl Autonoleggio – Anav: stesse ore di lavoro e inquadramento, mantenimento dell’anzianità maturata, medesima qualifica professionale e trattamenti economici collettivi e individuali. A partire dal 7 gennaio o dalla data che l’ente appaltante (Roma Capitale) indicherà 135 autisti verranno riassorbiti dalla Rti, dopo aver assolto a tutti gli obblighi previsti dal capitolato di gara per la riassunzione“.

“Agli ulteriori 15 lavoratori con mansioni diverse e specifiche, che non rientrano nella categoria degli autisti dalle società che compongono la RTI, verranno proposte (individualmente) opportunità che saranno prima illustrate in un tavolo di confronto. Le garanzie e le tutele per le quali ci siamo battuti in questi lunghi mesi, caratterizzati da incertezza e discontinuità, saranno monitorate e verificate periodicamente con incontri che avranno l’obiettivo di affrontare le problematiche che dovessero emergere nella fase applicativa”.

La sicurezza dei rapporti di lavoro e la corretta applicazione degli accordi contrattuali potranno dare tranquillità e stabilità ai lavoratori e contestualmente garantire, finalmente, un servizio degno delle necessità e delle aspettative dell’utenza. Ci siamo battuti per garantire continuità lavorativa, regolarità di retribuzione ma anche un servizio certo, sicuro che consenta il diritto allo studio per tanti ragazzi con disabilità e tranquillità alle loro famiglie”.

28 dicembre 2021