Ddl Zan: domani, 13 luglio, la Cgil aderisce al presidio #DdlZan_Subito_Legge

Dopo mesi di dibattito, strumentalizzazioni e vari tentativi di affossarla, martedì 13 luglio approderà in Senato per il voto la proposta di legge “Misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per motivi fondati sul sesso, sul genere, sull’orientamento sessuale, sull’identità di genere e sulla disabilità”, meglio conosciuta come DDL Zan, approvata alla Camera nel mese di novembre del 2020.

Siamo alla fase finale del percorso legislativo che ha visto la Cgil, fin dall’inizio, al fianco delle associazioni lgbtq+ che sostengono questo testo. In tutto il Paese si è alzata la voce di tante e tanti a sostegno della richiesta di non perdere ulteriore tempo per estendere la normativa che prevede azioni di contrasto e prevenzione ai crimini d’odio di natura etnica, nazionale, religiosa anche a quelli di omolesbobitransfobia, sessismo e abilismo.

L’Ufficio Nuovi Diritti di Roma e del Lazio, insieme all’Ufficio Nuovi Diritti nazionale, aderisce al presidio #DdlZan_Subito_Legge che si terrà domani, alle ore 16, in Piazza Vidoni, insieme a tante altre realtà associative lgbtq+, studentesche e della società civile per ribadire che la legge va approvata così com’è senza nessun passo indietro. Basta ribassi!

12 giugno 2021