“Uniti per il lavoro”: Cgil, Cisl, Uil e Stampa Romana premiano chi racconta il territorio

Uniti per il lavoro

Il lavoro nel Lazio torna al centro del racconto giornalistico. A distanza di un anno dall’inizio della crisi pandemica con inevitabili conseguenze sul mondo del lavoro e in attesa di una ripartenza legata al completamento della campagna vaccinale e alle misure del Recovery Plan i sindacati Regionali del Lazio vogliono riportare l’attenzione sul centro della casa comune.

Il lavoro non è un orpello, è il cuore vivo di una comunità. E il giornalismo può stimolare e rilanciare la centralità del lavoro, essenziale per la tenuta costituzionale e democratica del nostro paese.

Il Lazio è una regione che produce un decimo della ricchezza dell’Italia e con le sue istituzioni è sede e snodo di decisioni fondamentali per la tenuta lavorativa di tutto il nostro paese, è palcoscenico di aziende di rilevanza internazionale, così come è scenario dei cambiamenti anche dolorosi che riguardano l’occupazione subordinata e il lavoro autonomo.

Stampa Romana, Cgil di Roma e del Lazio, Cisl del Lazio, Uil di Roma e del Lazio lanciano un concorso per premiare i lavori delle giornaliste e dei giornalisti che hanno raccontato nell’ultimo anno in modo efficace il nostro campo d’azione. “Uniti per il lavoro” non è solo uno slogan ma un segno di compattezza per rinascere.

“Riteniamo opportuno – dichiarano i segretari generali Michele Azzola, Enrico Coppotelli, Alberto Civica e Lazzaro Pappagallo – riportare l’attenzione sul tema del lavoro troppo spesso relegato a una nota residuale all’interno del flusso informativo. Solo con un nuovo protagonismo del mondo del lavoro saremo in grado come paese e come regione di lasciarci alle spalle la durissima crisi di questo anno e portare speranza per il nostro futuro, a cominciare dai più giovani”.

Qui il BANDO del concorso e le modalità di partecipazione.

23 aprile 2021